aviazione aviazione generale ag
  E' SICURO VOLARE?
. .
 
 
Cosa è, come funziona
Al tuo servizio, ogni giorno
I vantaggi dell'AG
E' sicuro volare?
Come si diventa piloti
Gli aeroporti come risorsa
Domande e risposte (Faq)
Photogallery e forum
Promuovi l'aviazione!
Link e approfondimenti
Contattaci
 
Quante volte ci è capitato, prima di salire in aereo, di chiederci se è sicuro e se andrà tutto bene. Succede sia a chi lo prende per la prima volta, sia al frequent-flyer. Ma questo timore ha ragione d'esistere o è solo una suggestione?
.
Il tasso di sicurezza dell’Aviazione Generale nel mondo è invidiabile.
Purtroppo non ci sono statistiche veramente attendibili nel nostro Paese perché incidenti di minore importanza non vengono segnalati o vengono mescolati a quelli dei velivoli maggiori dell'aviazione commerciale.
Abbiamo però un'accurata statistica americana, la quale ci dice che negli USA muoiono il doppio di americani per incidenti nella nautica da diporto che nell’Aviazione Generale, sebbene quest'ultima trasporti oltre 166 milioni di passeggeri ogni anno.
Contrariamente a quanto si pensi solo il 20% degli incidenti aeronautici è mortale: l’80% degli incidenti causano solo danni materiali a velivoli e cose e ferite di minore entità agli occupanti.
.
Gli standard per i piloti sono molto ristretti.
piloti Ogni pilota, oltre a seguire corsi piuttosto completi, viene sottoposto a controlli regolari. Le scuole di volo, gli istruttori e tutto il mondo aeronautico si sottopongono a controlli di routine che vegliano, a volte anche troppo, sul loro addestramento. Le procedure aeronautiche inoltre non lasciano nulla al caso; è sufficiente rispettare le procedure previste per non incorrere in errori o dimenticanze.
.
La manutenzione degli aeroplani.
Tutti i velivoli devono rispettare gli standard manutentivi stabiliti dall’ente di controllo: vi sono ispezioni giornaliere, ogni 50 ore dei volo, ogni 100 ore di volo e/o su base annuale (la frequenza è stabilita in funzione del numero di ore volate da un aeromobile). A differenza dell'auto, che spesso si porta dal meccanico solo quando si riscontra un'anomalia, l'aereo viene sottoposto sistematicamente alla manutenzione e molti componenti vengono sostituiti a scadenze regolari anche se ancora in perfetto stato!
manutenzione
.
Quando qualcosa va comunque storto.
Un mezzo di trasporto che garantisca un tasso zero di incidenti deve ancora essere inventato, anche in automobile, barca, moto, persino andando in bicicletta o a piedi si può avere un incidente.
Tuttavia gli incidenti in aeroplano sono molto meno di quello che si pensa normalmente. Per aria se qualcosa va storto gli aeroplani sono auto-stabili, molti degli impianti ridondanti e i piloti sono addestrati a gestire anche le situazioni impreviste.
.
Se si spegne il motore.
Un aeroplano è come un uccello che non sbatte le ali: i piccoli aeroplani possono planare molto bene. Un piccolo aeroplano che perde il motore a 3.000 metri … una buona quota di navigazione … può planare per circa 20 km. Non scordiamoci che lo “space shuttle” al rientro dallo spazio non è nulla più che un grosso aliante che atterra senza alcun aiuto di un motore.
In questa evenienza il pilota planerà dolcemente verso un qualsiasi campo idoneo all'atterraggio, la velocità prima di toccare terra è minima, in genere inferiore ai 100km/h: in auto procediamo a velocità ben maggiori senza nemmeno farci caso!
.
Una scuola di vita
giovani Avete un figlio giovane in famiglia? Avvicinatelo all’Aviazione Generale.
Andando in aeroplano si impara a considerare la velocità come un variante di scarsa importanza nella conduzione di un volo.  Fare qualche chilometro all’ora in più, piuttosto che in meno non è importante. Scegliere la propria quota in funzione del vento o una buona rotta lo è molto di più.  Nel mondo dell’Aviazione Generale, come in altri mondi molto sani, non girano nè droga né alcool e non ci sono i “drammi del sabato sera”. Se un giovane la domenica vuole andare a volare il sabato sera va a dormire!  E', anche grazie a tutto ciò, che il volo è considerato come “una grande scuola di vita”, responsabilizzando il giovane, abituandolo a valutare ogni suituazione e a prendere delle decisioni nel giro di frazioni di secondo.
.
Come avrete capito la risposta alla domanda "E' sicuro volare" è: SI, VOLARE E' SICURO. Lasciamo le nostre paure e timori a terra, nascono solo dai numerosi film che ci mostrano disastri aerei (non si capisce poi perchè nei film l'aereo vibri sempre prima di cadere: la turbolenza è un fenomeno naturale e non c'entra nulla con i guasti!) e dal fatto che il volo è qualcosa di "inusuale" per il corpo umano: la natura non ci ha dotato di due ali per vincere la forza di gravità! (ma ci ha dato l'intelligenza per farlo)
.
  . .  
 
 
AOPA Italia Stefano Marchesin